FAQ Erasmus

Con il programma LLP/Erasmus Studio è possibile trascorrere un periodo di studio (da 3 a 12 mesi) presso un istituto di istruzione superiore di uno dei paesi partecipanti al programma.
Si può effettuare il soggiorno Erasmus all'estero per:

  • la frequenza di corsi e relativi esami,
  • lo svolgimento di ricerche finalizzate alla stesura della tesi di laurea,
  • lo svolgimento di tirocini, ricerche, laboratorio, clinica, o di altre attività ove previste dall'ordinamento degli studi di appartenenza, purché affiancate da un periodo di studio (certificato) all'estero di almeno 1 mese, svolto in maniera consecutiva.

Generalmente il bando Erasmus viene pubblicato nel mese di febbraio di ogni anno.

Erasmus+ è il nuovo programma europeo a supporto dell’istruzione che con un budget di circa 16 miliardi di euro sosterrà per 7 anni, dal 2014 al 2020, le attività di mobilità e cooperazione per oltre 4 milioni di persone.
Erasmus + riunisce in un unico programma attività precedentemente oggetto di una serie di programmi separati e comprende anche azioni nel nuovo settore di competenza europea, ovvero lo sport. 
Il programma avrà come focus la mobilità, la cooperazione e le politiche per riformare. Nello specifico saranno finanziate opportunità di studio, formazione, insegnamento e volontariato internazionali. Tali miglioramenti sono destinati a studenti universitari, delle scuole professionali, formatori, insegnanti, tirocinanti e giovani lavoratori.

Nel caso della laurea triennale, possono fare domanda esclusivamente gli studenti iscritti al secondo anno per partire nel loro terzo anno (quindi durante l’a.a. successivo) che abbiano maturato almeno 40 crediti come stabilito dal bando generale.
Nel caso della laurea magistrale, possono fare domanda esclusivamente gli studenti iscritti al primo anno, per partire nel loro secondo anno. 
Suggeriamo fortemente di approfittare dell’esperienza Erasmus durante la triennale, in modo da poter cogliere altre occasioni di internazionalizzazione con progetti più mirati offerti dal Dipartimento e dall’Ateneo.
La durata della borsa di mobilità è predeterminata per ogni sede di destinazione (un trimestre, un semestre oppure un intero anno accademico). Sono consentiti prolungamenti per motivi di studio o di stage, tenendo presente che la durata complessiva del soggiorno non può superare i 12 mesi. La borsa dovrà essere usufruita nel periodo compreso tra il 1 luglio e il 30 settembre dell’anno successivo. 
Il nuovo programma Erasmus+ consente di fare un periodo di mobilità fino ad un massimo di 12 mesi per ogni ciclo di studio (1° ciclo: triennale, 2° ciclo: magistrale, 3° ciclo: dottorato), anche combinando la mobilità per studio con quella per traineeship. 
Tuttavia, verrà data priorità a chi ancora non ha mai usufruito di questa mobilità.
Inoltre, sia il Dipartimento sia l’Ateneo mettono a disposizione una serie di altre borse di scambio internazionali legate a vari programmi: accordi bilaterali con università extraeuropee, Leonardo, Erasmus placement, Erasmus Mundus, ecc.

Il certificato di lingua non è obbligatorio per partecipare alla selezione di Padova (chiaramente chi lo possiede ha un punteggio più alto).
Il certificato di lingua può però essere richiesto in fase di application, tra aprile e giugno, dalla sede per cui si è risultati vincitori di una borsa.
E' pertanto buona prassi quella di verificare nei siti delle università partner cui si è interessati se richiedono il certificato linguistico per gli studenti in scambio di mobilità.

La scelta di quali esami sostenere all’estero, siano essi “caratterizzanti” o “liberi”, deve essere in ogni caso regolata dalla stesura di un learning agreement, ovvero di un piano di studi presentato dallo studente e regolarmente approvato dal Delegato alle Relazioni Internazionali del Dipartimento (Prof. Amedeo Pugliese). Solo la lista di esami approvati su tale piano di studi può essere riconosciuta al ritorno in Italia. 
I criteri utilizzati per l’approvazione del piano di studi si basano sulla coerenza dei programmi dei corsi scelti dallo studente che sono messi a disposizione dalla sede ospitante. Un’attenta lettura dell’offerta didattica dei nostri partner consente, nella quasi totalità dei casi, di “sostituire” un esame di Padova con un esame simile erogato da un nostro partner. 
Le integrazione degli esami al rientro (per mancanza di crediti o per assenza di parte del programma) sono altamente sconsigliate.
Non è possibile svolgere all’estero esami di diritto, a meno che non si tratti di diritto di carattere internazionale.

Il piano di studi deve essere presentato all’Ufficio Relazioni Internazionali del Dipartimento secondo le scadenze indicate nel bando. Esso viene approvato dal Delegato per le Relazioni Internazionali.

Per gli studenti che partecipano al programma Erasmus, sono previsti:

  • una borsa di studio “Erasmus”
  • il rimborso delle spese di viaggio
  • una possibile integrazione della borsa di studio (Ateneo e/o Regione Veneto)

L’ammontare delle integrazioni economiche varia in funzione del carovita del paese di interesse insieme al reddito dello studente. Si invitano gli studenti a consultare il bando per informazioni più dettagliate.

Il CLA,  Centro Linguistico di Ateneo organizza a titolo gratuito per i vincitori del bando corsi di inglese, francese, tedesco, spagnolo e portoghese, solitamente nei mesi di giugno e luglio per una durata complessiva di 30 ore. Va tenuto presente, inoltre, che anche le Università offrono corsi di lingua locale (più o meno gratuitamente) agli studenti in arrivo.

Le lodi non sono tenute in considerazione per il calcolo della “media voti”.

Gli studenti che partecipano agli scambi internazionali e che per motivi collegati alla calendarizzazione delle attività didattiche presso la sede ospitante non hanno potuto maturare tutti i crediti necessari, possono produrre un’autocertificazione indicando esami registrati/maturati in Italia ed esami maturati all’estero, di cui si conosce il voto certo. Si accettano a supporto delle proprie dichiarazioni Transcript of Records parziali e/o mail dei docenti che confermano il superamento degli esami dichiarati.

Sulla base degli accordi di doppio titolo siglati con le due sedi Montpellier e Manchester, ogni studente deve maturare almeno 60 ects durante i 10 mesi di scambio. 
Al ritorno, lo studente, dopo la conversione e la registrazione delle attività formative svolte all’estero, dovrà espletare tutte le procedure necessarie per l’ottenimento del titolo presso il Dipartimento di Economia (Prova finale, stage- salvo richiesta esonero, domanda di laurea).

 

Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali
Servizio Relazioni Internazionali
via Ugo Bassi 1 - 35131 Padova
tel. 0498271290
email: international.economia@unipd.it